La lunghezza della cartuccia

La lunghezza della cartuccia (Cartridge Over-all Length COL), denominata anche L6 secondo lo standard CIP, è un parametro importante per la ricarica. La lunghezza della cartuccia consente di regolare l'affondamento del proiettile nel bossolo. La variazione della lunghezza della cartuccia comporta sempre anche la variazione del volume utile del bossolo e l'adeguamento della carica. Il rapporto può essere illustrato con un piccolo esempio di calcolo per il calibro 7 mm-08 Rem in QuickLOAD. È stato utilizzato il proiettile Sierra HPBT 1930 168 gr, presumendo una lunghezza di canna di 600 mm.

Lunghezza della cartuccia
[mm]
Tipo di polvereCarica
[g] e [gr]
V0
[m/s]
Pressione
[bar]
Nota
71.12RS502.56 / 39.57423308Situazione iniziale
68.00RS502.56 / 39.57563597L6 ridotta
68.00RS502.48 / 38.47363311Carica adeguata

Senza l'adeguamento della carica si genera, nel nostro esempio, una pressione superiore di 289 bar o dell'8,7%. Per riportare la pressione al livello originario la carica deve essere ridotta di 1.1 grani. L'esempio intende mettere in evidenza che modificando la lunghezza della cartuccia si incide in modo piuttosto rilevante sui parametri balistici interni.

Ma attraverso la lunghezza della cartuccia si imposta anche la distanza del proiettile rispetto alle rigature. Con lunghezze della cartuccia minori i proiettili devono compiere un percorso libero prima di essere compressi nelle rigature. Un maggiore percorso libero consente ai gas di fluire accanto al proiettile. La conseguenza può essere una maggiore erosione nel cono di raccordo. Con lunghezze della cartuccia più lunghe il proiettile viene trattenuto meno bene nel bossolo. In determinate circostanze il proiettile e la bocca del bossolo si toccano solo per pochi millimetri e la resistenza al distacco si riduce di conseguenza. In questo caso risulta vantaggioso che il proiettile si avvicini di più alle rigature e debba quindi compiere un percorso libero più breve. Per la funzionalità dell'arma si determinano alcuni svantaggi: è molto più difficile alimentare correttamente una cartuccia troppo lunga dal caricatore alla camera di scoppio. Uno strumento utile per i produttori di armi e munizioni è la norma CIP. Questa norma fornisce una prescrizione sulla lunghezza della cartuccia espressa come parametro L6. La norma è consultabile al seguente link:

http://www.cip-bobp.org/homologation/en/tdcc_public

La lunghezza della cartuccia è un parametro di ottimizzazione molto interessante per chi ricarica. Occorre considerare i parametri già accennati:

  • funzionalità dell'arma (in particolare corretto ricaricamento)
  • sufficiente mantenimento del proiettile nel bossolo
  • percorso libero non troppo elevato (maggiore erosione, eventuale riduzione della precisione)
  • il proiettile non dovrebbe essere già compresso nelle rigature con il caricamento

Come vedete, i requisiti sono molteplici e la lunghezza della cartuccia esercita una forte influenza sulla ricarica. La comunità 6 mm BR, ad esempio, mette la mano sul fuoco sull'efficacia di lunghezze della cartuccia che portino il proiettile vicino alle rigature. Per i tiratori, invece, la prescrizione CIP di 62.00 mm per il calibro 6 mm BR Norma è lettera morta. Tutti vanno oltre questa misura. Ci sono anche esempi contrari: la norma CIP prescrive 82.00 mm per l'8 x 57 IS (8 mm Mauser). Con questa lunghezza però non si ottiene una sede del proiettile più ragionevole, spesso di vedono quindi lunghezze della cartuccia comprese tra 70 e 80 mm. Un altro esempio che va in questa direzione è il .303 British. In questo caso l'importante questione della lunghezza della cartuccia potrebbe probabilmente dare luogo a discussioni di lunghezza epica. In ogni caso vi auguro buon divertimento e successo nell'escogitare la lunghezza della cartuccia ottimale. La lunghezza della cartuccia: a mio giudizio un parametro importante di estremo interessante.

Dominik Antenen