Il crimpaggio delle cartucce da pistola

Da anni ormai mi chiedo quale sia il crimpaggio più giusto per le cartucce di calibro .38 Super. All'interno della comunità dei tiratori IPSC mi è capitato di sentire diverse opinioni e di valutare vari esempi.

Le opinioni che ho sondato vanno da coloro che sostengono un roll crimp deciso a intaglio, che a detta di chi lo usa fa risparmiare qualche decimo di polvere, fino a quelli che non si interessano minimamente dell'aspetto del crimpaggio. Ciascuno ha la propria opinione di esperto.

Per me i fattori decisivi sono i seguenti:

1. alimentazione sicura per il caricamento della pistola

2. precisione (rosa di tiro)

3. resistenza uniforme al distacco (andamento della pressione, velocità)

Per garantire un'alimentazione sicura, appoggio leggermente la bocca del bossolo al proiettile. Poiché utilizzo bossoli cilindrici, è semplice controllare visivamente il crimpaggio con una squadra a coltello o una riga. Per controllare smonto una cartuccia e ispeziono il proiettile che non deve quasi presentare tracce.

Con un crimpaggio dei proiettili eccessivo in cui la bocca del bossolo viene decisamente incisa nel proiettile, ho riscontrato che la precisione è più scarsa. Ho inoltre notato che anche la resistenza al distacco si riduce parecchio e che talvolta il proiettile si può addirittura ruotare manualmente.

Durante il test RS24 condotto nell'estate del 2013, ho avuto modo di presenziare a varie prove svoltesi nei canali di tiro di Wimmis. In quell’occasione si è dimostrata molto pratica la macchina estrattrice per proiettili, che misura al contempo la resistenza al distacco.

Sorprendentemente, le cartucce con roll crimp, ossia con la bocca del bossolo incisa nel proiettile, hanno evidenziato la minima resistenza al distacco. Al contrario, le cartucce in cui la bocca del bossolo era solo leggermente appoggiata e il proiettile veniva trattenuto dal bossolo per l'intera lunghezza del cilindro, presentavano la resistenza maggiore e la velocità più regolare.

Affinché le cartucce da competizione possano dirsi affidabili, è importante utilizzare sempre lo stesso tipo di bossolo. Lo spessore delle pareti può variare sensibilmente da un produttore all'altro e influire così sul crimpaggio. In conclusione, anziché un forte crimpaggio tendo a preferire un'ampia superficie di contatto tra bocca del bossolo e proiettile, la quale garantisce la necessaria funzione.

Saluti sportivi,
Dominic Meier